31 maggio 2008

Lorenzo: tascabili di Keats e foto di Sergio

Caro Sergio,

non vedo sede più adatta di questa per raccontarti una vicenda quanto meno curiosa legata (in un certo senso) a te ed al tuo libro, a cui spero potrai aggiungere una piccola chiosa.
Nel lontano luglio del 1999 facesti una serata in un locale in campagna, nell'entroterra barese (non ricordo la località), ed io venni a sentirti con alcuni amici. Uno di questi ti scattò qualche foto durante la performance (tu che canti e sullo sfondo un cartellone con lo stemma BACARDI), foto che poi dette a me. Per un bel po' le conservai nel cassetto. Nel 2001 comprai, per puro caso, un'edizione Newton delle poesie di Keats, che non lessi neanche (non le capivo, non mi piacevano, comprai il libro solo per l'edizione economica), e dopo qualche giorno dall'acquisto riposi per sempre il libro in una credenza dalla quale non venne più rimosso. Veniamo ad oggi: leggo "disperatamente..." e mi suscita una forte curiosità per questo poeta inglese e così, ricordandomi dell'antico acquisto, vado a rispolverare il volumetto dalla credenza per darci un'occhiata, e che ci trovo dentro? le tue fotografie del 1999, che per qualche motivo erano finite lì dentro, e lì erano rimaste custodite almeno dal 2001!!!! Naturalmente le ho lasciate lì. Incredibile coincidenza, non trovi Sergio? Un abbraccione.
Il tuo più grande sostenitore (Lorenzo)